PcSera VALERIAN E LA CITTA’ DEI MILLE PIANETI

29 Set

FR 2017
REGIA DI LUC BESSON
genere: Fantascienza/Avventura
con: Dane DeHaan, Cara Delevingne, Rihanna, Mathieu Kassovitz, Kris Wu, Rutger Hauer, Alain Chabat, Herbie Hancock, Ethan Hawke
durata: 137 min

Dal fumetto fantasy “Valerian et Laurelin”.

Anno 2740. Una cruenta guerra interstellare…l’ennesima guerra interstellare starete pensando !? Sì, è così, siamo nelle stelle ed è certo una guerra ma…un attimo di pazienza, signori.
L’agente governativo Valerian e la sua collega, il sergente Laureline partono su ordine del ministro della difesa alla volta di una missione tanto pericolosa quanto incredibile.
Destinazione? Il “grande mercato” del pianeta Kirian.
Lo scopo dell’operazione è quello di recuperare e mettere in salvo l’ultimo convertitore Mül esistente.
I Mül dovrebbero essere in teoria una razza estinta ma non è affatto così! La trama si infittisce quando Valerian e Laureline vengono catapultati, insieme allo spettatore, nella stazione spaziale di Alpha (la citta’ dei mille pianeti) la quale è minacciata da una sorgente radiottiva che pare originarsi dal suo interno….
Luc Besson è regista, sceneggiatore e produttore di questo piccolo gioiello “Valerian e la città dei mille pianeti”. Il suo ultimo lungometraggio è come un grande piatto, una sinfonia di sapori, perché in questi 137 minuti circa si mescola davvero di tutto e ognuno se ne torna a casa appagato: fantascienza-azione-avventura-mystery-drama romantico, spy story…
Insomma un vero e proprio campionario in grado di avvincere e convincere anche lo spettatore più scettico e indifferente all’arte perché qui si parla di arte.
L’arte del regista nel guidare la sua compagnia di attori (credibili) nelle varie direzioni: dalle scene di battaglia a colpi di laser e pistole dalle forme più strane, all’autoironia, al grottesco, allo humour bizzarro che ti strappa un sorriso proprio quando meno te lo aspetti. Gli effetti speciali (Philippe Hubin, Jean – Christophe Magnaud) fanno impallidire i concetti base di parole come: fittizio, disegnato, ritoccato, elaborato ecc ecc, in quanto lasciano letteralmente a bocca aperta.
In nessuna pellicola rammento d’aver mai visto nulla di simile.
Immagini che danno vita ad altre immagini che a loro volta innescano reminiscenze di sogni, vecchi accadimenti che si mescolano ad altri accadimenti solo di un millesimo di secondo più recenti.
Un amalgama perfetto. Sincronizzato come un cronometro.
Luc Besson sciorina tra le righe i mostri sacri che lo hanno certo messo in carreggiata, dal fumetto ai buon vecchi film di genere.
Duemiladiciassette: il risultato del suo lavoro e’ un prodotto riuscito, ben cofezionato, psichedelico nella vestizione e politicamente corretto nelle intenzioni.
Ambizioso quanto basta a compiacere gli adulti, rumoroso, veloce, scintillante e visionario quanto basta a riempire occhi e cuore dei più piccoli. Trionfo della tecnologia ma anche della fantasia, diciamolo a voce alta.
Probabilmente nemmeno i piu’ ispirati David Lynch, Lovecraft, Tim Burton, Stephen King, William Burroughs e simili hanno visto, nei loro deliranti sogni/incubi ad occhi aperti, facce del genere, mostri, forme di vita dai colori assurdi e il corpo flaccido che parlano milioni di lingue.
Insomma un vero e proprio luna park affidato alle mani magiche di Thierry Arbogast, che ha curato la fotografia della pellicola.
Va detto e sottolineato che in questo delizioso mosaico di fantasia c’è spazio anche per il perdono e per i sentimenti nobili quali l’amore, che lega i due protagonisti rendendoli ancora più affiatati.
Ancora una volta bisogna riconoscere alla Francia la viscerale devozione che nutre nei confronti del cinema e dell’arte in generale.
Riconoscerle “il mestiere”, il genio, la innata ed inesauribile ispirazione che la pone due passi davanti a tutti, sempre. Almeno al cinema, FR DOCET!

di GIANMARCO GROPPELLI

Giudizio: ☆☆☆1/2
http://www.piacenzasera.it

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: