When i was just Gian to everyone (in lovely memory of MICHELLE DORR)

7 Gen

Se di notte te ne andassi senza svegliarmi saprei che a costruire qualcosa non vale la pena

Se alle prime luci dell’alba sentissi l’aroma del caffè che si diffonde per la casa, indugerei per un secondo forse più, a raccontarti la mia gioia per timore di inquinare la tua anima e confondere i tuoi sentimenti

Se nel chiaroscuro della sera avessi una parola buona detta al tempo giusto per convincerti a restare un’ora in più tenterei a pensarne altre mille da sfoggiare in altrettante volte prossime, ma semmai dovessi scorgere incertezza nei tuoi occhi o penitenza, il certo e’ che mi farei da parte aprendoti la porta speranzoso che in un modo o nell’altro tu mi abbia a ricordare

1990, gennaio

dal libro “Coni d’ombra e lame di luce” di Gianmarco Groppelli

casa Editrice Centro culturale
“E. Manfredini” Tradizioni e Prospettive

Tutti i diritti sono riservati

Nessuna parte del libro può essere riprodotta o diffusa senza il permesso dell’Editore

Progetto grafico impaginazione e stampa -Nuova Linotipia- Piacenza (PC) 29121

acquistabile anche online

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: