www.piacenzasera.it di GIANMARCO GROPPELLI

4 Mar

“Borg McEnroe”, una pellicola di pura adrenalina.
Il film racconta dell’agguerrita rivalita’ tra i campioni di tennis Borg e McEnroe.

di Cinema – 11 Novembre 2017 – 0:00

Borg McEnroe

Svezia -Danimarca -Finlandia 2017
Regia di Janus Metz Pedersen.
Durata: 100 min.
Genere: biografico-sportivo.
Cast: Shia LaBeouf, Stellan. Skarsgård, Sverrir Gudnason, Tuva Novotny, Robert Emms, David Bamber.
Fotografia: Niels Thastum.
Musiche: Vladislav Delay, Jonas Struck.

Torneo di Wimbledon, 1980. I tennisti che destano maggiore interesse nel pubblico e nei media sono lo svedese Björn Borg e l’americano John McEnroe. Il loro è stato uno degli incontri di tennis più importanti della storia.
Il talentuoso regista danese Janus Metz Pedersen allestisce con perizia maniacale la cornice nella quale si muove l’azione: un match rabbioso, veloce, scintillante, epico, rumoroso, esaltante.
Il film ha un impatto visivo impressionante; sembra davvero di calcare il campo da gioco insieme ai campioni che di ora in ora, di giorno in giorno, preparandosi al grande incontro si studiano a vicenda.
La stampa battezzò il bestemmiatore e collerico McEnroe come “Superbrat” (super moccioso) e apostrofando il viceversa composto e distaccato svedese Borg “Uomo di ghiaccio” per la sua apparente indifferenza, per i suoi occhi vuoti privi di emozione.
Anche per il profano il film è chiaramente leggibile e semplice grazie alla sceneggiatura asciutta e non occorre conoscere la storia del tennis. Occorre solo sedere comodi e lasciarsi travolgere da questo titanico capolavoro destinato ad essere ricordato in eterno.
Adrenalina pura. Per gli amanti del buon cinema è da vedere assolutamente.
Gianmarco Groppelli
Giudizio: ☆☆☆☆ 1/2
http://www.piacenzasera.it

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: